PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Oblìo

Oblìo


È forte ciò che tocca la realtà
È amore ciò che dalla realtà è toccato
Il tempo di crederci, il tempo di capirlo
L’intolleranza che nasce, di felicità patisce
Una folgore attraversa il cielo. Sei riversa nei prati della tua mente.
Cercando di capir la gente, che non arriva a domani o a stanotte stessa
Perfetta in un lago la tua immagine riflessa.

 

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • andrea il 29/04/2016 10:40
    in fondo poi cos'è l'oblio?

3 commenti:

  • Riccardo Brumana il 21/03/2007 16:03
    non sono d'accordo, tutto ciò che è reale non è amore, magari lo fosse.
  • sara rota il 16/03/2007 18:07
    Un misto fra sentimenti (prima parte) e natura (ultimo verso). mi torna alla mente l'immagine della luna che obbligata a riflettersi, perde il suo mistero. Interessante
  • celeste il 16/03/2007 14:58
    Difficile, centrata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0