PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Estate a Milano

Ultima domenica di luglio
Cielo chiaro
Caldo tiepido
Fugace idea di vacanza.

La citta' riposa l'asfalto.

La gente che passa si ferma o non corre.
Milano si spoglia tra i residui di smog.

Ma non c'è odore di taralli o di ricotta,
di fagiolini lessi o di zucchine.
Non esiste il sapore dei fichi d'india.

È strana l'estate a Milano.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/05/2016 09:56
    È strana la tua multipla raccomandata presenza su PR...

4 commenti:

  • Sandra Checcarelli il 27/04/2011 10:44
    Bellina... dei versi dedicati ad una città enigamtica e fredda come MILANO. Milano città degli artisti più svariati ma anche bella se si lascia andare!!! Brava.
  • adriano pasquale il 20/09/2010 16:09
    una minestra avanzata, puoi scaldarla alla sera. Puoi aggiungere qualche nuovo ingrediente e darle un aspetto migliore e una piccola variazione di sapore... ma alla fine è sempre una minestra avanzata... Meglio uscire a comprare taralli, ricotta, fagiol...
  • Giusy Grasso il 09/09/2010 17:24
    Mi piace molto "la città riposa l'asfalto" e condivido le tue emozioni
  • laura marchetti il 05/08/2010 09:20
    molto bella... un'estate di città

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0