accedi   |   crea nuovo account

Il furto

Oggi sono entrato in libreria e ho rubato un libro.
È un libro di poesie, di piccolo formato.
Sta giusto giusto nella tasca della giacca.
Nessuno mi ha visto, o almeno così credo.
Quando sono uscito ero un poco turbato.
Ma andava fatto, non si può vendere la bellezza.
Dici che sono pur sempre un ladro?
No, credo sia più corretto chiamarmi:
equilibratore di entropia culturale dell'universo.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • niche chessa il 13/09/2010 12:50
    L'arte ha il prezzo che gli diamo, anche se a mio avviso appartiene a tutti. Giovanni gli ha dato il suo, ma se non si conosce bene il suo cuore non si può capire quale sia. Trasgredire è sempre un metodo di pagamento denso di pericoli intrpretativi. In ogni caso, sì, tra ladri e derubati, forse facendo un computo totale si raggiunge un equilibrio.
  • Anonimo il 30/08/2010 15:29
    Condivido, l'arte non ha prezzo e chi è senza peccato scagli la prima pietra, magari la poesia è solo fantasia... bravo.
  • Paolo Stanic il 09/08/2010 13:57
    Incoraggiamo pure certi atteggiamenti.
    Comunque tu la voglia mettere, un furto è sempre un furto.
    Una domanda: perchè hai inserito questi pensieri fra le poesie?
    Forse era più idonea la sezione "Frasi ed aforismi"... se proprio dovevi renderci partecipi.
  • Anonimo il 07/08/2010 18:55
    NON SI PUO' DEFINIRE QUESTA UNA POESIA. RIDICOLA.
  • laura marchetti il 06/08/2010 17:26
    SE VENIVI DOVE LAVORO IO TI BECCAVANO SUBITO... C'È IL GRANDE FRATELLO IN AGGUATO... CIAOOOO
  • Giacomo Scimonelli il 06/08/2010 11:07
    subito tra i preferiti...
  • Anonimo il 06/08/2010 09:49
    Spettacolare nella sua espressività semplice
  • Anonimo il 06/08/2010 09:16
    Originale modo di conquistare la bellezza della poesia...

    versi bellissimi e stesi in modo creativo...
    bravo Giovanni
  • vincent corbo il 06/08/2010 07:25
    Questa è veramente sconvolgente nella sua stesura semplice e ingenua.
  • Anonimo il 06/08/2010 01:30
    Piaciuta molto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0