accedi   |   crea nuovo account

Ho perso le ali

Volo solitario
io piccolo gufo
sul campo brullo
coperto di gelo.

Cerco e non trovo
alito di vita
e vinto m'arrendo
allo spirar del vento.

Stonato è il concerto
di note beffarde
che segue la danza
d'alberi spogli...

Vibrano nell'aria
solo urla stridenti
con toni crescenti
di gran malinconia.

Non perdo tempo
a rincorrer sorrisi
in questa notte
senz'armonia...

Giù in picchiata
a corpo morto,
come se avessi
perso le ali...!!

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Alexis Blondel il 23/05/2012 20:20
    bravo davvero, apprezzata molto
    non c' e' una parola fuori posto, tutto volge ad aumentare il senso di solitudine in un crescendo che culmina nella caduta finale...
  • Mario Olimpieri il 08/08/2010 10:17
    Poesia estremamente malinconica e che ben descrive un momento di solitudine. Saluti, Mario
  • Giacomo Scimonelli il 07/08/2010 21:36
    vinto mi arrendo allo spirar del vento... nessun commento... tra i preferiti
  • loretta margherita citarei il 07/08/2010 18:29
    ma dai che sai volare, amicuzzo, baci
  • Anonimo il 07/08/2010 10:16
    Un dipinto si solitudine e disagio dell'anima..

    bella bella Auro...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0