PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Treno

Il tragitto che percorremmo assieme
era abbastanza lungo
perchè potessimo maliziosamente dimenticarci
che diverse erano le fermate a cui dovevamo scendere.

Non averne male se,
ora che la mia fermata è arrivata,
e diversa è la mia destinazione,
il mio posto è vuoto
e solitario è il proseguire.

Non maledire il mio viaggiare altrove,
ma attendi solamente che arrivi la fermata
per proseguire il tuo, che non maledirò.
Però fa male, lo so.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 19/11/2015 07:26
    molto bella... complimenti.

4 commenti:

  • Valentina Galmarini il 18/08/2010 02:02
    resci a rendere viva l'immagine del male che provi...
    bella l'immagine del treno

    bravA MELISSA hiihi... scherzo.. bravo
  • Giacomo Scimonelli il 07/08/2010 21:37
    lettura piacevole... e ben scritta
  • giovanni crisostomo il 07/08/2010 15:35
    Modo originale per descrivere una separazione, quasi disincantato. Buon lavoro.
  • Pino Badalamenti il 07/08/2010 11:04
    Molto bella Emanuele.
    Mi fa tornare indietro nel tempo, alla mia gioventù.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0