accedi   |   crea nuovo account

Sconfitta

La testa china sul petto,
il flebile affanno di un respiro malato,
sangue e vomito,
e una vertigine di ancestrale delirio,
una lirica vecchia quanto l'universo
e la ricerca di un Dio latitante.
L'inferno dell'esistenza si consuma
tra le fiamme del crudele destino
e il gelo della solitudine.
L'oscurità,
amica dei figli del dolore,
si fa spazio
in uno spasmo di sofferenza
mentre un ululato nella notte
dona al novello adepto della morte
il sigillo di quella cruenta belva
che è la rassegnazione.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • federico marino il 11/08/2010 13:23
    la sconfitta delle volte può essere veramente amara e inoltre anche dolorosa
  • Anonimo il 11/08/2010 12:49
    bellissima per me è come uno specchio...è come se nei tuoi malinconici versi ritrovassi l'essenza di me... leggo e rileggo e mi annullo nei tuoi pensieri... grazie per quello che mi hai dato...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0