PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Addio

È inutile parlare tanto non puoi capire
l'amor t'acceca perché d'amor sei pieno
Certo lo so che m'ami
m'amavi pure prima eppur mentivi

Fa anche più male scrivere
tanto non vuoi capire
pensi per te e alla tua sofferenza
mi fai carnefice che non ho voglia di sforzarmi
e tu ti dici vittima che vive d'illusione

Ma non ti riesce proprio di capire
che l'illusione me l'hai data tu
Continui a dire che speravi in noi credendo
il nostro amore più grande ed importante
guardati indietro e pensa alle tue azioni
che hai perpetuato a lungo
mi han dato il giusto peso che riservavi
al nostro amore

Mi hai uccisa
uccisa dentro che quasi ero già morta
Con le tue mani delicate i baci dolci
e tenere carezze d'amante innamorato
insieme al colpo di pistola m'hai fatta secca
e come ad una seppia con delicatezza
si va a cavar la sacca dell'inchiostro
che è un amore
così tu m'hai estirpato il ventre del mio bene
lasciando solo inchiostro
che è un dolore

Ma ora questo inchiostro s'è sfinito
ti toccherà rilegger quello vecchio
e non ti scriverò mai più.
Anch'io t'ho amato e ancora t'amo
la sofferenza me lo dice
ma la serenità data dalla fiducia
non l'ho mai avuta e credo mai l'avrò

Addio per sempre
e non cercarmi più
lasciami stare
ho già le mie ferite da leccare
ed una vita da viaggiare
col sacco del dolore
che è strapieno

Mi hai fatto troppo male
tradendo la fiducia tanto a lungo

12

2
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Paolo Lepore il 18/08/2010 20:35
    Tutto il dolore trabocca.
    Tutto il male passerà .
    Tutta l'ansia finirà quando il sole sorgerà ancora nel tuo animo.
    Non ti curar di loro, ma guarda e passa ( diceva Dante ) ... puoi fare così ...
    Oppure siediti sulla sponda del fiume e aspetta che passi in cadavere del tuo nemico. ( detto cinese ) , attualmente in uso!
    TVB misterpool46 barese doc
  • denny red. il 12/08/2010 19:35
    non è facile.. ma.. non avrai più da me un altro istante.
    molto bella!! Paola, Ben scritta!!
    Ciaoo!!
  • Anonimo il 12/08/2010 19:32
    Sentita, sembra sangue d'anima sparsa su versi, un dolore trabocca e si versa su un foglio cantando tutta l'amarezza e la voglia di farla finita. Bellissima.
  • Anonimo il 12/08/2010 18:52
    Bell'addio
    io ti dico arrivederci... a presto

    Karina
  • Sergio Fravolini il 12/08/2010 16:31
    Il cuore non dimentica...

    Sergio
  • Auro Lezzi il 12/08/2010 16:19
    Certo buttarsi un bel po' di roba alle spalle non è facile.. ma tra le magie del salento...
  • Margherita Arnone il 12/08/2010 15:20
    bella lunga!!!!!!!! cmq nel complesso è sentita... addio nelle parole, che è facile a dirsi, ma nel cuore rimangono ferite che lasceranno per sempre cicatrici... piaciuta...
  • Giuseppe Bellanca il 12/08/2010 14:51
    molto sentita, però la trovo molto prolissa, capisco l'amarezza che esprimi ed il disaggio nel considerare il perdono, però trovo troppo lunga e complessa questa tua poesia, nell'insieme non è male.
  • Anonimo il 12/08/2010 14:27
    un tema ricorrente in te. l'assenza della possibilità del perdono, o meglio, la cancellazione. è molto dura questa chiusura e fa male tanto a chi è chiuso quanto a chi chiude. molto triste. la sento un po' mia. un abbraccio P

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0