accedi   |   crea nuovo account

Sono uno di voi

Tu credi di essere il solo
ma come te siamo in tanti
ci sono anch'io che mi consolo
pregando i miei santi

A dire il vero non esistono
sono delle illusioni,
sono abitudini che resistono
mosse anche dai milioni.

Io credo solo in me stesso
perché conosco la mia strada
se sbaglio dico: "è successo!"
piangerò un po' male che vada.

Da una lacrima rialzo gli occhi
perché voglio ricominciare
immagino un paese dei balocchi
dove poter scherzare.

Io rido e sfotto questa vita
da quanto mi fa schifo
interminabile come una partita
senza un po' di tifo.

I mass media la rendono lenta
ci fanno intimorire troppo
la rendono ancora più cruenta
per star cupi in un salotto.

Ne prendo solo i migliori aspetti
poi vado sopra gli occhi tuoi
ad ammirarla in cima i tetti
perché sono uno di voi.

Nessuno mi ha insegnato a scrivere
tutto ciò che succede,
nessuno mi ha insegnato a vivere
ma chi mi crede?

Io faccio schifo perché sono vero
tu piaci perché sei un bugiardo
e leggo già nel tuo pensiero
che sei un gran bastardo.

Non si pulisce la coscienza
camminando sotto la pioggia
non ti puoi affidar alla clemenza
se nessuno ti appoggia.

12

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Enrico Pagnoni il 14/08/2010 12:27
    ti ringrazio per le parole spese
  • anna marinelli il 14/08/2010 08:59
    impressionata dalla profondità e dalla realtà di questi tuoi appassionati versi... sì, sono anch'io una di voi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0