accedi   |   crea nuovo account

Cassiopea

Cassiopea non aveva stelle
-l'altra notte-
ascoltavo
e il fruscio della polvere di sabbia
si posava lentamente,
sopra l'onda ormai nascosta.
Rincorrevo con lo sguardo
quella spuma che si crea, bianca luce
increspata e arrotolata,
per finire sulle orme cancellate.
Ti ho sentito,
come lacrima che scivola
sulla gota una carezza,
e il tuo sale sulla lingua.
Era pieno il mio silenzio,
di parole rarefatte
dentro gocce di salsedine
-ancora calda-
e il mio passo,
a circumnavigare un pensiero
io, pescatore d'alto mare
in attesa della Luna
per tornare indenne e viva
sulla riva dell'aurora.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Cal laral il 16/08/2010 17:38
    Trasmette magia! E mi piacciono i colori che evoca!
    SUPER.
  • loretta margherita citarei il 15/08/2010 05:45
    super sei super
  • Anonimo il 14/08/2010 22:37
    BELLA POESIA MI PIACE BUONA SERATA.
    B. B.
  • Anonimo il 14/08/2010 21:57
    Come sempre brava Manuela.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0