PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Funambolo

Vite parallele
persone diverse...
c'è chi vive
gioca e muore
c'è chi vive
in equilibrio
sulla corda della vita
ci sono
cantanti
attori
"poeti"
la cui dote
è essere
funamboli
che giocano
scrivendo nelle
pagine di diari
dimenticati
ammuffiti
di dolori
accumulati
nella corsa
solitaria della vita
nel ricordo
di ciò che
si voleva avere e...
non di ciò che fu.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 15/08/2010 19:32
    Bella ma triste, ma ci vedo anche un filo di speranza, che non saremo poi del tutto dimenticati. Complimenti!
  • loretta margherita citarei il 15/08/2010 17:10
    bella giuseppe buon ferragosto un bacione stratosferico
  • Anonimo il 15/08/2010 10:29
    Bella piaciuta, bravo Giuseppe.
  • Fabio Mancini il 15/08/2010 08:32
    Oltre all'aspetto da te rimarcato con quel: "nel ricordo/di ciò che/si voleva avere e.../non di ciò che fu" bisognerebbe riconoscere o ricordare quanto amore potevamo dare e che non abbiamo offerto per egoismo o per vigliaccheria, oppure al bene che potevamo fare a noi stessi e non l'abbiamo messo in pratica. Perché riflettere nelle cose che potevamo "avere" se non pensiamo alle cose che potevamo dare? Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0