accedi   |   crea nuovo account

Ultima speranza

Nell'oceano infinito
i miei pensieri si sgretolano
e come polvere
ricadono sul fondo dell'abisso.

Non ho più forza
per reagire ai dolori della quotidianità,
non ho più forza
per sconfiggere la malinconia
che silenziosa e sorniona mi affligge.

Non trovo più parole,
la mia musa andando via
si è portata il mio cuore,
i miei sogni, i miei respiri.
Mi ha lasciato in dono
tanti dolori e sospiri.

Le mie colpe son tante,
il troppo amare
la colpa più grande.

Adesso non provo più a rialzarmi,
preferisco perire facilmente
tra le onde cristalline,
preferisco dissolvere i dubbi
tra le onde dolci e care del mare blu.

La mia anima nuota
dove le paure trovan spazio,
dove le sciagure non incontrano
nessun ostacolo, a differenza della terra
dove le trovi ad ogni angolo.
Il mio viso resterà
con lo sguardo verso il cielo più nero,
con lo sguardo attento ma spento.

La mia anima annegherà,
troppo dolorosi i bei ricordi,
troppo inutili i miei gesti.
Ed in un vortice adesso
voglio ritornare a respirare,
tra onde e stille salate
voglio solamente piangere,
voglio solamente pregare.

Per favore Dio mio
il suo nome per sempre fammi gridare,
ti supplico falla ritornare,
un ultimo sogno ti chiedo,
un'ultima speranza per continuare a respirare,
per dar senso alla mia vita
che senza lei non avrà mai più linfa.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 03/10/2011 15:18
    Un laudo per questa tua eccezionale!
  • Giacomo Scimonelli il 17/08/2010 00:11
    grazie a tutti x i commenti
  • Mario Olimpieri il 16/08/2010 16:24
    Se la tua più grande colpa è stata quella di amare, allora puoi davvero sperare.
  • Margherita Arnone il 16/08/2010 15:30
    la speranza è sempre l'ultima a morire... chi vive spera... chi si abbandona non vivrà più... tristi parole leggo nei versi... ma vedo anche un'anima che non annegherà perchè a trascinarla è un cuore forte...
  • Manuela Magi il 16/08/2010 12:36
    Come faccio a commentare e a dirti che tutto passa?
    Se il dolore che percepisco nei tuoi versi, ha una portata così grande, immaggino quanto doloroso può essere il presente.
    Ti si spegne l'anima e si accende un fuoco che fa male in mezzo al petto... e l'assenza diventa un macigno.
    La poesia però aiuta sempre ad affievolire uno stato di prostrazione che solo la perdita di un amore può dare.
  • Anonimo il 16/08/2010 12:06
    non ci sono parole per definire la dolce malinconia di versi che attraversano il cuore e ti gelano il sangue... ma mai mollare... quando si ha avuto la fortuna di trovare un amore unico... appassionato che ti fa vivere la vita a 360 gradi... che dire di più faccio il tifo per te
  • Anonimo il 16/08/2010 11:42
    Giacomo non mollare e questo te l'ho già detto altre volte non chiudere il tuo meraviglioso cuore e comunque andranno le cose hai una tale ricchezza in te che non devi sciupare!
    Complimenti vivi questo dolore grande e ne dipingi capolavori come questo
  • Laura cuoricino il 16/08/2010 10:31
    Commovente... straziante dolore che tocca l'anima!!!
    Bellissima, Giacomo!
    Sii forte e scrivi, scrivi ed ama...
  • Sergio Fravolini il 16/08/2010 08:37
    Dolore in versi appena conosciuti.

    Sergio
  • Anonimo il 16/08/2010 08:16
    Sai esprimere molto bene il tuo dolore, leggendo la poesia si avverte il disagio profondo... bella, bella.
  • Antonietta Mennitti il 16/08/2010 08:07
    Non disperarti caro, la tua musa ritornerà. È solo stanca, depressa e sola, ma quando avrà trovato la sua pace si eleverà più forte e prolifera di versi giungendo fino a te per rallegrarti il cuore... Piaciuta anche se triste!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0