username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Silenzio

Buio improvviso
sei arrivato e adesso mi culli,
dolore tremendo mi scorri nelle vene
cancellando anche gli ultimi dubbi.

Il respiro mi si è bloccato,
un malessere sconosciuto
mi perquote dentro,
uccide un uomo innamorato.

Abbiamo perso entrambi,
non sei riuscita ad affrontare il mondo,
non sono riuscito a sopportare le tue paure,
e adesso versiamo lacrime
che nessuno potrà asciugare.

Scappi, ti allontani, te ne vai,
non hai retto ai giudizi della gente,
il tuo cuore ha confuso
il voler bene con il grande amore,
e adesso precipito e chiedo conforto
all''unico amico
che non mi ha mai tradito...
il mio dolce e caro silenzio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • Grazia Denaro il 06/02/2012 23:38
    Amara e piena di sconforto questa tua che esplica un momento delicato d'acuto dolore, ben stilata e scorrevole come sempre.
  • giuseppe bevacqua il 05/01/2012 14:58
    il buio è la culla di tutti i sentimenti, il silenzio è la morte dell'anima. fai di tutto per far continuare a vivere la tua anima: urla... solo cosi gli altri si accorgeranno di te.
  • marilena il 21/08/2010 13:34
    quanto è confortante il poter scrivere del proprio dolore: il buio che culla e l'amico silenzio
    sono due belle immagini che amplificano la tua sofferenza. TI CAPISCO, eccome se ti capisco! L'esprimere il proprio smarrimento aiuta a uscire da una condizione di malessere PRESTO SARà COSì ANCHE PER TE
  • Giacomo Scimonelli il 20/08/2010 21:54
    grazie Cinzia ... lo spero
  • Cinzia Gargiulo il 20/08/2010 16:47
    Il dolore che emerge da questa tua coinvolge perchè è un dolore che tutti almeno una volta abbiamo provato nella vita perciò il lettore si riconosce in questo tuo stato d'animo.
    Mi è tornata alla mente una mia vecchia poesia "L'apice del dolore" scritta nel 2005, se vuoi leggila.
    Allora mi sentivo così ma oggi è tutto diverso, si può stare bene e si può amare ancora ma occorre pazienza perchè solo il tempo guarisce le anime ferite.
    Occorre anche credere che nella propria vita tutto è ancora possibile.
    Ora è tutto recente, a quanto sembra da questo tuo scritto, e per ora ti occorre silenzio e solitudine per ritrovare te stesso e per elaborare il tutto.
    Quando lo avrai fatto ti riaprirai alla vita e all'amore con nuova e ritrovata fiducia.
    Ciao.
  • Giacomo Scimonelli il 20/08/2010 01:56
    grazie Ignazio... gentilissimo
  • Aedo il 20/08/2010 00:20
    A volte il dolore è così acuto, che bisogna solo affidarsi al... silenzio. Bella poesia!
    Ignazio
  • Giacomo Scimonelli il 19/08/2010 21:40
    grazie... mi fate sentire considerato... gentilissimi
  • denny red. il 19/08/2010 20:23
    BELLISSIMA!!!

  • Manuela Magi il 19/08/2010 19:07
    Una poesia magnifica per quanto rende reale un dolore.
    Si avverte, si tocca quasi con mano il male che può provocare la fine di un amore.
    Ci si sente vuoti ma pieni di qualche cosa che continuamente pesa sulla bocca dello stomaco, una sensazione di soffocamento.
    Capita di cadere in ginocchio al cospetto di qualc'uno che suo malgrado ci fa del male ma ci si rialza, distrutti e malconci si ma con la speranza che tutto passi. Sei grande!
  • Antonietta Mennitti il 19/08/2010 16:01
    È troppo facile dire " ti amo" Giacomo, ma il difficile è dimostrarlo. Percepisco il tuo dolore che ti sta squarciando il petto... Una sensazione che ho provato anch' io, ma per fortuna il tempo sana qualunque ferita e dopo non rimane che solo un lontano ricordo, ma sempre presente!
  • Anonimo il 19/08/2010 12:47
    È nella dimensione del silenzio che la nostra anima grida... spesso di rabbia e dolore!
    Bravissimo Gia!


    A. R. G
  • Anonimo il 19/08/2010 11:42
    poesia intensa... versi di vero dolore che scivolano in un cuore sconfitto che si chiede mille perchè di una sofferenza inaccettabile... canzone stonata di vita vissuta in malinconia di solitudine che si tuffa nell'abbraccio avvolgente di un silenzio complice... altro non posso aggiungere... capisco il tuo stato e spero che il buio che ora ti sta avvolgendo... si trasformi per magia in luce di speranza.
  • Anonimo il 19/08/2010 11:14
    Dolore, disperazione cercano rifugio nel silenzio, nel buio.
    A volte l'amore non basta a vincere tutte le paure, paure che lasciano trapelare un non sicurezza del sentimento provato.
    La solitudine in cui rifugiarsi la si vede come una protezione da tutto ciò che ti ha ferito.
  • Anonimo il 19/08/2010 10:24
    ... mi spiace sempre quando un'amore si perde... spero solo per un pò!
    Scritta magnificamente!!!
  • Elisabetta Fabrini il 19/08/2010 10:13
    Si sente tutta la tua delusione, tutta la tua disperazione... niente per ora ti consola, neppure il silenzio, anzi... ti stordisce con il suo urlo straziante...
    un abbraccio!
  • anna rita pincopallo il 19/08/2010 10:05
    il dolore che si prova quando finisce un amore è intollerabile ti senti svuotato senza forze e soprattutto con la consapevolezza che non puoi fare niente
  • anna marinelli il 19/08/2010 09:59
    Giacomo, riesci a coinvolgere ed a emozionare..
  • Anonimo il 19/08/2010 09:18
    Parlare d'amore è facile, è molto più difficile essere coerenti con ciò che si dice... si sente il dolore e il silenzio dell'anima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0