username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Una foglia al vento

Dimmi come vuoi che io sia e io lo sarò...
vuoi che io sia un transformer ed io lo diventerò...
vuoi che io sia un burattino con naso di legno e il cuore di un bambino?
lo sono sempre stato e forse ho sbagliato.
... non è bastato... avrei voluto fare il duro... più duro del muro ma non ho usato il cemento e sono caduto come una foglia al vento.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • marco troncia il 16/05/2011 09:30
    Grazie a tutti voi per i bellissimi commenti
  • Maria Piera Pacione il 20/08/2010 13:03
    mi piace molto la tua poesia la trovo semplice ma profonda
  • Maria Piera Pacione il 20/08/2010 13:02
    la poesia scaturisce dalla nostra sensibile fragilità ... mi piace molto la tua composizione
  • Maria Piera Pacione il 20/08/2010 13:01
    la fragilità è una dote di noi poeti... complimenti per la poesia
  • Maria Piera Pacione il 20/08/2010 13:00
    siamo tutti fragili... per questo poeti... mi piace ciao
  • marco troncia il 20/08/2010 10:11
    Sono contento che vi piaccia! Grazie
  • Giuseppe Bellanca il 20/08/2010 09:07
    piaciuta buona la chiusa, ciao.
  • Anonimo il 20/08/2010 08:55
    Mi è piaciuta molto la tua composizione. Il bello di una caduta, al di là dei lividi, è che ci si può rialzare e... intraprendere, con un po' più di saggezza, altre strade o la stessa... facendo molta più attenzione!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0