accedi   |   crea nuovo account

Il lungo vociar dei passeri

Lontana e distante
or ora mi appare
la candida primavera.

La rosa galante
il giglio rimane
a guardar i passeri.

E loro che cantano
un inno alla vita
e il cielo di innalza
su miriadi di stelle.

E pioggia che cade
su tutti i ruscelli
e acqua che scorre sinuosa.

Ti amo natura
ti adoro Dea terra
ti sarò fedele per sempre.

 

l'autore Nenia Samael ha riportato queste note sull'opera

Scritta nell'anno 2004


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Sergio Fravolini il 26/03/2011 13:41
    Molto bella mi piace.

    Sergio
  • Nenia Samael il 03/11/2010 21:08
    elisa, stai serena XD
    sono agnostica, niente di quello che hai detto finora!!! ahahah XD
  • ELISA DURANTE il 03/11/2010 16:13
    Natura... Dea Terra... panteismo naturalistico?!??!!? Ormai sono in confusione totale, quindi ti abbraccio, passo e chiudo!
  • Nenia Samael il 21/08/2010 13:54
    ahahahah!!!! XD
    Anche io la amo infinitamente... ^_^
  • Anonimo il 21/08/2010 13:45
    FANTASTICA!!!! Adoro la natura... tranne i "ragni" e questa la trattengo!
  • Ilaria G. il 21/08/2010 11:59
    Sìììì L'ho scritto.
  • Nenia Samael il 21/08/2010 11:58
    grazie Tata! (ti sei iscrittaaaa *__* hai scritto che ti ho consigliato io il sito si?! XD)
  • Ilaria G. il 21/08/2010 11:51
    Bella manu' *_* Molto evocativa..
  • Nenia Samael il 21/08/2010 11:21
    eheheh... a quei tempi ero molto "cupa"... una poesia del genere non so proprio come venne fuori... mi ci rispecchio più ora che ai tempi... eheheh...
    grazie per i commenti!<3
  • laura marchetti il 21/08/2010 10:36
    un gioioso inno alla vita
  • Auro Lezzi il 21/08/2010 10:14
    Una bellissima dedica al meglio della vita.. Con semplicità..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0