accedi   |   crea nuovo account

Solo testa

In un giorno qualsiasi
dopo una notte buia
si svegliò
col dolore addosso.
Non sopportava
il gran bruciore
camminava controvento.
Si tolse di dosso
la maglia pura
color arcobaleno,
per scordare il rosso.
La depositò
sulla panchina vuota,
piena di ombre festanti.
Ed avanzò nel parco
senza annusar fiori.
Col sorriso beffardo
con lo sguardo velato
quell'uomo a torso nudo,
ormai col cuore perso
pieno solo della sua testa.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Antonietta Mennitti il 21/08/2010 22:17
    Nostalgica Auro, come mai? Piaciutissima amico!
  • Anonimo il 21/08/2010 14:11
    Le tue poesie sono sempre... acqua di fonte cristallina... come il tuo cuore che le forgia.
  • Anonimo il 21/08/2010 13:37
    A volte si rinuncia al cuore... stanchi di soffrire... ma solo per un pò, perchè tanto è il cuore che ti ritrova e non si può far altro che raccoglierlo e... ricominciare.
    Baci8
  • Laura cuoricino il 21/08/2010 12:33
    Il dolore per un'amore perduto che lascia con lo sguardo velato ed il cuore perso...
    Bellissima!
    Ciao, Cuoricino.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0