PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dissipazione

Può dirmi la voce
Che attraversava i prati e i rami.

Può dirmi dove ondeggiava la capanna,
Le vecchie assi scolpite in un legno senza linfa.

Può dirmi di un pomeriggio
Tra i tetti bassi e le case senza occupanti,
Le brocche d’acqua in fila attorno al pozzo
E l’unico grammo di terra adagiata in un piccolo avvallamento.

Un fiato di resina, menta,
Striature d’arenaria nella pietra dura.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • francesco muscarella il 22/11/2008 09:16
    Bella!
  • marco moresco il 28/11/2007 11:23
    atmosfera che cattura con immagini lievi ed enigmatiche
  • augusto villa il 30/03/2007 16:45
    Molto bella!
    Sentore trasmesso!
    Bravo... veramente!
    Ciao, Augusto.
  • Anonimo il 24/03/2007 12:54
    Non mi è chiaro il titolo... ma ha una magia... dissipante! Come una fotografia... uno spaccato di memoria. Bella.
  • Tj R il 22/03/2007 17:55
    pastorale, bella... e metrica piacevole

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0