PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Come acqua

Sulla via, nell'ombra delle semantiche
suonanti esclamazioni del cuor e mente,
sorniona e pulsante sgorga l'anima mia

 

2
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 26/03/2012 23:03
    Gabriella le tue esperienze sono belissime, tiri fuori la tua spiritualitaà/anima in modo grandioso in ogni poesia che scrivi, la mia critica era rivolta a certi commenti che erano stati fatti alla tua poesia e non alla tua poesia che trovo meravigiosa!! 1

8 commenti:

  • roberto caterina il 05/04/2012 08:23
    sì hai ragione, come acqua..
  • Anonimo il 27/03/2012 08:54
    grazie raffaele, ho ben compreso
  • gabriella zafferoni sala il 26/03/2012 13:14
    tranquilli.. e grazie dell'attenzione! servono pure i commenti al pensiero sottile.. Certo, parlar d'anima non può essere superficiale, ma qui non è un trattato o saggio specifico, è una sensazione che sale da un filo di sensazioni concatenate e con parole trasportate.. si sa che il poeta è anticipatore e mai orientatore di gusti; con la poesia si trasportano possibili coniugazioni di pensiero e di vita intrapsichica e con la propria esperienza e ricerca di senso esistenziale. ma esistono anche forme di pensiero che vogliono lasciare emergere tratti di gioia di un momento ritenuto magico e di un bene che potrebbe essere universale, universalmente condivisibile senza peraltro scatenare ricerche di attenta valutazione razionale dell'evento.. bene, comunque, se ciascuno può valutare criticamente: significa che siamo vivi.
    comunque...
    sul sentiero che percorro correndo lungo il fiume, al riparo da una comunicazione esternata dai ricettori sensoriali che possono confondere o ingannare la comunicazione stessa del cuore e della mente, in pace, all'unisono tra l'investimento energetico per la corsa e la dimensione di una metacomunicazione che sale alla consapevolezza del sentire, forse riconosco una modesta parte di qualcosa di sottile che avvicino a ciò che forse è parte di anima. così sento, non penso. certo è che questo sentimento che mi pervade è più simile allo scorre dell'acqua che vedo e sento e che trasporta la sua memoria e la memoria di una parte di essa che è dentro me.( risento mia sorella accanto ed a ciò che, affaticate dalla corsa, sentivamo. sento che una silenziosa, apparentemente, comunicazione da parte della natura mi offre o mi fa emergere e quindi sgorgare, una profonda, triste, meditativa ma esalante gioia offerente più risposte appaganti di quelle che quotidianamente mi raggiungono semanticamente parlando.
    complicato spiegarlo, la poesia è scorciatoia. certo occorre essere bravi a riuscirci. tenteremo su questa strada, lunga e difficile.
  • Raffaele Arena il 26/03/2012 03:12
    Come si può affermare "parliamo pure dell'anima ma con prudenza"? C'e' quacuno che ne ha la conoscienza assoluta? Vabbè bando puerili e inutili polemiche che mi fanno andar il sangue al cervello trovo la lirica di Gabriella la vera sintesi di espressione in parole di cos'è l'anima e di avere un'animna. Ch e Gabriella, donna di estrema sensibilità amorevole e intelligenza, come tutte le persone pure, ha un'anima spirituale grande, e meravigliosa. Alla faccia dei criticonzi che scrivon così per dir la loro, vittime di un'personalità saccente si, ma purtroppo, priva di anima. Bellissima poesia!!!!!
  • Fabio Mancini il 02/03/2012 00:13
    Già, molti confondono le intuizioni della mente con le illuminazioni dell'anima. Parliamo pure dell'anima, ma con prudenza. Ciao, Fabio.
  • mauri huis il 22/02/2012 11:19
    Originale, complimenti!
  • Raffaele Arena il 16/08/2011 21:42
    Trovo quest' opera di stile zen... ovvero l'orientamento dell'anima della signora o signorina Gabriella con il tutto. Complimenti!!!!!
  • Anonimo il 27/01/2011 10:47
    Bella questa metafora che preclude una esemplificazione bucolica!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0