PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fuga da Andernach

Sbiadendo
nel vuoto
se ne va
l'ultimo
uomo.
Sbatte la porta
alle sue
spalle.
Sbatte la vita
contro il
muro.
Sbatte
una verità
sui nostri
volti
che coglie
all'improvviso
come tuono
nella
notte.
Ci ha
fottuti
per un
cuore
alcolico.
Storie di
civiltà
depresse
e
stanche.
a cosa
pensa
l'uomo?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Ezio Grieco il 21/11/2008 11:48
    ... polemiche senza costrutto! Bisognerebbe invece dare una... tiratina di orecchie al preposto che ha dato ok al post. Senza chiamare in causa la... censura, per carità, non è questo il caso; doveva valutare se codesto post, avesse la minima possibilità, per essere... postato. La mia modesta opinione è: "scritto senza nè capo nè coda"
    Farai di meglio!
    clezio
  • Giovanni De Lombardis il 21/11/2008 11:24
    madre de dios por favor
  • stefano capolongo il 02/11/2008 15:12
    bè, in realta non commenterei, la valutazione rimarrebbe per me. Sarei però interessato a leggere qualcosa, sul serio.
  • stefano capolongo il 02/11/2008 11:26
    liberissimo di non crederci ... mi importa poco.
    ma esisite qualche opera dell' ADI gruop? e in tal caso dove la posso trovare?
  • stefano capolongo il 01/11/2008 14:19
    in ogni caso, se non sai che dire, non commentare.
  • stefano capolongo il 01/11/2008 14:15
    perchè vengo a conoscenza ora di questa interessante funzione. ciò comunque non cambia la mia opinione sull'inconcludenza del tuo commento
  • stefano capolongo il 01/11/2008 12:32
    forse non ti è chiaro il concetto. io non ho chiesto a nessuno di esprimere commenti stilistici riguardo i miei scritti, e quindi semplicemente non riesco ad afferrare quel "mah non so che proprio che dire". in tal caso di fronte ad una tale bufala (non la chiamo poesia per non svilire la tua osservazione) avresti potuto astenerti dal commentarla, piuttosto che trarne una osservazione così inconcludente. A me non da fastidio la verità, anzi di solito ammiro le critiche costruttive, ma non chi mi giudica da un piedistallo affermando "non so proprio che dire".
    Grazie
    Stefano
  • stefano capolongo il 31/10/2008 18:03
    allora perchè lasciare un commento?
  • sara rota il 21/03/2007 20:55
    Bella la parte iniziale, meno quella finale. A rileggersi, ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0