username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La bizzarria del sogno

Sono rimasto a casa da solo
- è solo un dettaglio
che sia domenica mattina -

Una volta mi è parso
di sentir squillare il telefono
- stavo ancora dormendo -

Ho sognato di scuole in costruzione
e politici corrotti
di uno strano colloquio
tenuto a distanza
tra falsi invalidi

C'erano uomini pallidi
con i baffi
e donne pettegole
che volevano sapere ogni cosa
della mia natura

Io tergiversavo
ma alla fine
mi hanno assalito in gruppo
- era quello che volevano
sin dall'inizio -

Sono morto
ma mi sono svegliato in tempo
se sono qui a raccontarlo
è perchè l'ho scampata bella
- o sono ancora là dentro? -

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • tania rybak il 28/08/2010 00:24
    purtroppo siamo dentro tutti e tutte quelle cose brutte, vuoi o non vuoi cmq ci toccano e ci fanno morire dentro, di tristezza, ma per fortuna sapiamo rinascere, bravo
  • Paola Pinto il 26/08/2010 22:17
    ... eheheheh... mi sa che ci sei ancora dentro... e noi tutti con te!

    Molto simpatica e ironica per toccare un simile tema, singolare direi!
    Bella salvatore, mi piace, fresca fresca...

    p. s.
    ma poi tutte quelle donne???...

  • Manuela Magi il 24/08/2010 22:23
    Il passo è breve...
    si dice sembra un sogno... oppure, un sogno da sembrare quasi reale.
  • Elisabetta Fabrini il 24/08/2010 09:57
    Mi sa che sia un sogno che purtroppo si avvicina alla realtà... il confine a volte è sottilissimo! Bravo Salva!
  • laura marchetti il 24/08/2010 09:10
    BELLISSIMA RIFLESSIONE... SOGNO O REALTA'?
  • vincent corbo il 24/08/2010 07:25
    Mi piace moltissimo, è vero con i sogni non si finisce mai di stupirsi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0