username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Eco e tempesta

Vuoto; risuona l'atrio sotto i passi scolpiti,
perduti, muti. Assopiti nel loro risuonare
continuo, incessante; e le parole che perdono
così, vaghe e insensate, si avvinghiano

come possono alle suole di chi passa, e se ne va.
E si fingono d'ombra, si fanno schiacciare,
pur di fuggire da quell'inferno d'oblio.
E la luce, pure, si rifiuta di entrare:

non fugge il chiarore, ma è d'animo buono;
e non s'addentra nel dedalo cupo
per non dar vita alla prole, con la sembianza di ombra
di cui non saprebbe prendersi cura.

Respirano i muri, quel tanto che basta
per temere la morte e restarsene lì;
non è vivo nessuno per sentire le ore
rintoccare identiche ad ogni minuto immobile.

Poi un lampo, di luce uno scoppio!
e una donna compare, di slavina i capelli
che non sanno aspettare e si lasciano dietro
un seno scoperto che palpitando li segue.

I suoi passi serviti sul magma rovente
che non sa se scostarsi o se la vuole toccare;
ed il sangue ribolle, rivolta la terra
e a tratti, si lascia domare dalle nevi taglienti.

Poi l'ibisco si mette a parlare, e le parole
sgorgano imperiose e sperdute,
scrollandosi di dosso quei brandelli d'un mantello rovente.
"Chi sei? tu che avanzi così, senza sentire

ragioni? ed il caldo infuocato, non ti ustiona forse
i palmi dei piedi?" gridò il fiore, con stridula voce.
"Sei così preso dalla tua cecità, che non sai scorgere
oltre le nebbie!" diss'ella, scostando le arie

che impregnavano sporche il suo incedere incerto;
nulla comparve, se non il gelido sguardo
che non seppe trovare le carni che la portavano in giro.
"Cosa sei?" chiese secco il fiore, i cui petali

schioccarono forte nel richiudersi in fretta.
"Non temermi più di quanto io già non mi tema,
potrai non credermi, forse, ma sono una sirena."
"Non so dubitare delle tue belle parole,

123

2
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti: