username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Marosi

L'inverno s'avvicina
e l'autunno regala
giornate dorate.
Il vento alza i marosi,
che s'infrangono sugli scogli,
fragorosi,
intermittente l'onda:
si gonfia,
si avvicina,
schiuma,
e sbatte alzando
miriadi di gocce
che il vento allontana
lavando la pietra.
L'aria salmastra
ti riempie i polmoni,
si posa sulla pelle
che profuma di mare.
L'occhio immortala
quelle successioni:
quadri d'autore,
che nessun pittore
potrebbe immortalare;
che la notte,
in sogno rivedi
per non dimenticare.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Dolce Sorriso il 02/09/2010 10:10
    un immagine scolpita nella memoria... bella
    bravo
  • nicoletta spina il 26/08/2010 23:34
    Splendida descrizione di un momento marittimo...
    Si, il mare è così... non si può dimenticare.
  • Orazio Claveri il 26/08/2010 23:27
    Floriana, posso regalartelo quando vuoi
  • Anonimo il 26/08/2010 23:14
    ... mi hai fatto sentire il profumo del mare...
  • Sergio Fravolini il 26/08/2010 13:17
    E solo per non dimenticare.

    Sergio
  • Laura cuoricino il 26/08/2010 11:08
    Sì, Orazio... per non dimenticare!
    Un 'emozione nei tuoi versi che mi ha riportato indietro...
  • Giacomo Scimonelli il 26/08/2010 00:53
    descrizione riuscita ed espressa bene... piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0