accedi   |   crea nuovo account

Diamanti e carbone

Il semplice diamante mai potrebbe colmare la mia anima,
divorata e logorata dalla difficile guerra contro il cancro,
che divora solo pochi di noi.
L'odio mai esploso, strozzato nella gola,
buca le mie vene e come l'acido mi sterilizza,
Mi divora.
Mi logora.
Voglio la tua sofferenza e voglio poterne godere.
Se l'unico modo per calmarmi fosse il tuo male,
ucciderei senza pensiero.
Ma nemmeno la coscienza permette,
e come il mio cervello si oppone, assieme alle parole,
contro il mio piacere, la mia felicità.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 21/06/2011 16:40
    Molto bella bravo
  • Giancarlo Stancanelli il 13/11/2010 10:05
    Concordo con chi dice che l'odio non serve.
    Ma è anche vero che è un sentimento "forte", e quando si lotta per la vita (e scusa la retorica banale della frase), qualsiasi sentimento forte che non sia, quindi, di rassegnazione serva.
    Detto ciò, a me è piaciuta, e ha anche un po' spaventato.

    Ma coomunque sia, non mollare mai.
  • laura cuppone il 13/09/2010 16:46
    non si intende bene il vero senso di questa rabbia...
    se l'origine é davvero una malattia.. se lo é invece qualcosa da estirpare... da dentro l'anima... ma questo non importa al lettore...
    un gran senso di tristezza é quello che la poesia trasmette.

    ti auguro comunque un gran bene.

    Laura
  • Giuseppe Amato il 26/08/2010 10:02
    Ho lottato... non io ma i medici hanno vinto... i miei sentimenti sono stati più sottili, mesti, ansiosi... più buoni proprio per il conflitto fisico e mentale nel quale ero immerso... non so... ogni individuo in certe situazioni ha reazioni che comunque rispetto.
  • Anonimo il 26/08/2010 08:21
    Può mai portare consolazione l'odio per qualcuno?
  • Kartika Blue il 26/08/2010 07:30
    Alle volte la rabbia sembra consumarci e divorarci dall'interno... ma desiderare il male altrui non puo' mai essere fonte di felicita'... scommetto che solo scrivendo gia' un po' di quell'odio se n'e' andato!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0