accedi   |   crea nuovo account

Mojito virtuale

Dalle persiane il sole filtra a righe.
Fuori,
le voci.
Scalda
il ronzio.

Sei lì,
davanti al pc.
Sei dentro al pc,
sono giorni ormai.
Stai per trasformarti in un pixel.

Perdi un secondo la messa a fuoco
e sullo schermo vedi il tuo riflesso:
nella stanza,
sei sola;
comunque.

Hai un'espressione da ebete.
(°_°)
Omero67,
forse è il caso che mi posti
un Mojito.

 

0
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Dark Angel il 02/05/2012 16:27
    triste e simpatica rappresentazione del mondo moderno (i miei complimenti oscuri)

6 commenti:

  • Alessandro Bartoli il 23/11/2010 10:29
    Oh! l'ho letta solo ora!!!! me ne posti uno anche a me??? grazie...
  • Anonimo il 27/08/2010 09:14
    è una poesia adorabile. sarà un commento scontato ma è qll che ho sentito. P
  • rosanna erre il 26/08/2010 19:04
    Esatto, Loretta
    Bisognerebbe riuscire a non esagerare, è quello che intendevo anch'io
    Grazie per la lettura
  • loretta margherita citarei il 26/08/2010 16:40
    perchè non esci invece? fa male stare troppo davanti al pc, a mio giudizio, non bisogna farsi dominare da una macchina
  • rosanna erre il 26/08/2010 16:31
    Analcolico?
    Ma allora non ha senso...
    Buttalo!
  • vincent corbo il 26/08/2010 16:25
    Sarà una coincidenza ma non ho mai bevuto un mojito in vita mia, stamane stavo al supermarket e toh! cosa ti vedo? una novità assoluta: una lattina di mojito analcolico della lemonsoda. Sono sicuro che sarà una schifezza ma non riesco a trattenermi e lo compro, prezzo 65 cent. Naturalmente ancora non l'ho bevuto perchè oggi ho consumato un po' di energade all'arancia rossa che mi era rimasto da ieri.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0