accedi   |   crea nuovo account

Raper

Vita in poesia
schiaccia la vita
in realtà più perversa.
E verso il nord
ci perderemo,
io e te,
come amanti disperati
sulla rupe,
abbiamo perso il diritto
di stare dritti...
guardare tutto,
è qui!

Non lo vedi che sboccia
e si mostra
vanità
da distruggere
a sangue
l'ultimo palpito
di bellezza.

Ritorsione...

Strappi i petali
e penetri più a fondo
nell'urlo sordo
nella notte più fitta.
E se ci fosse un ritorno,
mi aspetteresti, vita?
Con le spalle alle grate,
già annoiata,
già spudorata
nel chiedere il passaggio
verso il buio
immaginato per anni,
atroce dolore
scritto come adolescenza,
quando cercavamo il sud,
sole splendente
sulla carne pronta a vivere
e smarrire l'idea stessa
dell'innocenza.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Kartika Blue il 27/08/2010 09:02
  • loretta margherita citarei il 27/08/2010 06:57
    bella riflessione
  • Anonimo il 27/08/2010 03:03
    La vita è in ogni luogo, in ogni punto dell'universo, è già in te, anche se la rabbia e la delusione, ti hanno ucciso. L'adolescenza passa ma l'innocenza la puoi trattenere anche nel mondo adulto... non rinunciare ai sogni e continua a volare verso il sud.
    Bellissima la tua poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0