accedi   |   crea nuovo account

Turbamento

È prematuro
chiamarti amore,
è poco
che ci frequentiamo,
ha l'amore, i suoi tempi.
Ma stamani
nel parco,
ha sorpreso
l'anima,
il mio provare strana
sensazione,
quel senso profondo
di vuoto interiore
attanagliarmi lo stomaco,
nel vedere la nostra
panchina,
priva di noi.
E mi domando
cosa sia,
questa celeste,
insistente nostalgia
di te,
che mi fa odiare
l'estate,
che per qualche giorno,
ti ha allontanato da me.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 14/03/2012 00:03
    delicata descrizione del racconto d'amore scritto nel cuore.
    immagini che colpiscono a fondo.
  • Grazia Denaro il 21/01/2012 00:46
    Versi che denotano malinconia, la lontananza dell'amore porta a questo stato d'animo, bella!
  • tania rybak il 28/08/2010 15:16
  • Giacomo Scimonelli il 28/08/2010 01:39
    in amore è impossibile stare lontani... versi intrisi di dolcezza e malinconia... piaciuta
  • Anonimo il 27/08/2010 20:52
    Hai quasi descritto il mio stato d'animo (di qualche tempo fa)... ma credo che questo è lo stato d'animo di tutti (o quasi) gli innamorati.
    Brava!
  • Anonimo il 27/08/2010 12:45
    Quel senso di dolca languore, soffusa malinconia, quel sentirsi indefiniti... che agita e fa... tintinnare l'anima... ...
    Dolcissimo turbamento, dolcissimi versi...
  • Elisabetta Fabrini il 27/08/2010 12:06
    Davvero bellissima... sembra di vederla quella panchina vuota!!
    Brava!
  • Anonimo il 27/08/2010 12:03
    meravigliosa melodia di sensazioni auliche... anche oggi mi hai emozionato
  • Auro Lezzi il 27/08/2010 11:48
    L'ho gia gustata questa Loretta.. E la rileggo c0on vero piacere.. Sei magica a volte...
  • Kartika Blue il 27/08/2010 08:49
    Che splendide sensazioni!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0