username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Genitori

Genitori nel mondo
assenti nella vita.
Un capitolo... chiuso
un altro si riapre ma
loro, loro la vita fermano
nella rinascita di nuovi sogni e sentieri.
Dicono di volerti vera, sincera
eppure innanzi alla verità
fanno tremare il cuore
impaurire l' anima.
Com'è fatto l' amore di un genitore?
Fanne delle loro parole
i tuoi pensieri,
la tua vita e sarai figlio,
escine fuori e sarai solo un bastardo.
Il dolore di aver partorito e amato
passa e si dimentica.
La fatica di averti cresciuto è stato tempo perso,
niente più conta
perché tu...!
La tua vita hai scelto.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Anonimo il 29/08/2010 22:18
    il rapporto tra genitori e figli è diverso ora più ( moderno ),
    mentre prima i genitori facevano i genitori,
    ora i figli vogliono fare i genitori con l'animo di figli.
    chissà quale delle due espressioni è la giusta. un bacione Amica. ciao Salva.
  • Anonimo il 29/08/2010 07:44
    Un rapporto difficile quello tra figli e genitori, generazioni diverse che si scontrano... poesia profonda per un tema reale.
  • tania rybak il 28/08/2010 15:23
    capisco il tuo dolore, a volte i genitori non comprendono i figli e questo ci fa soffrire, ma dobbiamo ringraziarli cmq, perché prima che noi abbiamo scelto la nostra vita, loro la vita ci hanno donato e si debbono benedire almeno per questo, il resto capiranno piano piano, vedrai, baci
  • Salvatore Ferranti il 28/08/2010 12:08
    una poesia molto intensa davvero.
    bravissima francesca
  • Inchiappa Vito I Song il 28/08/2010 11:48
    Difficile compito quello dei gentiori, non meno semplice quello dei figli. Danno tanto amore ma i ricordi della loro gioventù (non aggiornati ai nuovi tempi) assai spesso non li rendono aperti e, spesso, non si rendono conto degli ostacoli che creano ai cari pargoli. Scaturiscono dei conflitti e diventa poi un giocoforza, per i figli, conquistare un proprio spazio.
    Bella poesia.
  • Laura cuoricino il 28/08/2010 11:10
    Bella poesia, versi dolorosi, a volte 'rabbiosi'... lo scontro tra i genitori che sono stati figli ed i figli che un giorno lo saranno a loro volta!
    Imposizioni, moniti, consigli, scelte difficili!
    Ciao, Francesca, bentornata!
  • Regina Ghiglietti il 28/08/2010 09:35
    Buongiorno Fra... mi hai lasciato senza parole... la verità delel tue parole mi è arrivata come un pugno in faccia... conosco quel dolore lo porto dentro ancora oggi nonostante tutti gli anni che sono passati... molto spesso i genitori si fanno un idea.. un preconcetto a mio dire stupido di come essere loro figlio/a chi dovrà sposare. quale scuola dovrà fare quale laurea dovrà prendere sono preconcetti senza senso xk ognuno è fatto kn la propria testa e DEVE scegliere da solo al propria strada... ad ogni modo cinque stelline come sempre amica mia... sei immensa Fra sai scrivere sl capolavori... stupendo il tuo libro nn appena lo trovo nelle librerie ti prometto che lo compro sn rimasta estatsiata da tnt bellezza e lo sai che lo dico davvero nn tnt per aprire la bocca
    Un abbraccio forte Regina mi scuso per il dilungamennto
  • laura marchetti il 28/08/2010 09:16
    bentornata! essere genitori... ma in fondo restare sempre figli... un lavoro, il più duro e difficile che il nostro imprenditore, la vita, ci offre e spesso senza retribuzione senza ferie nè pause... ma è anche un privilegio...
  • francesca cuccia il 28/08/2010 08:49
    Buon giorno amici, grazie infinite per esserci sempre, un abbraccio di cuore.
  • - Giama - il 28/08/2010 08:43
    Poesia dura, versi forti...
    i genitori cercano di non far commettere errori ai propri figli, forse i loro stessi errori; a volte entrando nel merito di scelte e decisoni che ciascuno dovrebbe fare o prendere senza influenza alcuna.
    Non credo sia facile per i genitori tagliare il cordone ombelicale che li lega ai propri figli, ma sono convinto che questo sia il primo passo per riuscire ad essere veramente genitori capaci di far crescere coloro cui hanno dato la vita.

    Ciao franci
    gia
  • loretta margherita citarei il 28/08/2010 05:36
    ben tornata, bella poesia
  • Giacomo Scimonelli il 28/08/2010 02:32
    poesia vera... scritta con rabbia ed amore profondo