username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Voglia di andarsene

Oh sud emarginato
che lotti ogni giorno
con la fame di giovani svogliati!
contro una società
fin troppo spenta.. .

Nei pensieri incombe
il susseguirsi dei giorni...
un tempo che passa!

Di notte si svegliano
amici delle stelle,
le loro vene sono traboccanti
di droga o di alcool,
girovagano per nuovi sentieri
in continua ricerca della felicità
ed è forse l'unica speranza?

E ancora il desiderio di fuggire
ritorna in me pressante,
per sottrarmi a quest'occhi
che muti osservano
un mondo sempre uguale.

Negli orecchi è forte
il rumore della musica antica
ritorna dalla Greçia lontana,
il battito della terra rossa
di una cultura contadina,
il suono delle cicale al sole
il mare e gli uccelli
cantano liberi...
sono radicati in me
come ulivo nei sassi.

In questo mio urlo
mi dimeno e sbatto
i piedi sull'asfalto
sembro una tarantolata
e forse
s'agiteranno tamburi
per liberarmi da questo male.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • niche chessa il 05/09/2010 17:21
    Questo sud è abitato anche da anime bellissime e consapevoli, che daranno il grande contributo che merita per superare le difficoltà. Descrivi i contrasti del sud ( ma non solo del sud) sempre con grande sensibilità ed incisività.
  • laura cuppone il 31/08/2010 11:05
    ...
    specchio...

    Laura
  • loretta margherita citarei il 28/08/2010 17:09
    non solo al sud, ma anche da noi al centro molti giovani vanno via, bella, attenta a ballar la pizzicata
  • Free Spirit il 28/08/2010 15:48
    Veramente belli i tuoi versi
  • Aedo il 28/08/2010 15:02
    Bellissima poesia, che percepisco profondamente, essendo anch'io del Sud. Nelle nostra realtà il desiderio di cambiare si alterna al fatalismo, che rende tutto immutabile. Brava!
    Ignazio
  • Auro Lezzi il 28/08/2010 12:17
    Eppure vivi in uno dei posti più belli d'Italia.. La poesia è dolce.. Di una giovane donna che secondo ciò che si legge sa amare.. Pur tra desideri e musiche salentine..
  • silvia giatti il 28/08/2010 12:13
    è troppo bella quanto dolorosa..
  • Duca F. il 28/08/2010 12:10
    Di notte ci svegliamo amici delle stelle, forse perchè non avendo nulla su questa sfortunata terra, ci aggrappiamo al cielo... azzurro come il mare che ci bagna. Mi è piaciuta.
  • Anonimo il 28/08/2010 12:08
    Capisco la tua frustrazione.
    Ma arrovellarsi serve a poco purtroppo!
    Ottima!


    A. R. G
  • Salvatore Ferranti il 28/08/2010 12:03
    una bella poesia. che si legge con piacere.
    brava