accedi   |   crea nuovo account

Il paese dei furbi e dei criminali

Ho sfogliato la Costituzione
e letto gli articoli principali
entusiasta ho potuto solo esclamare:
"Che bel paese che è l'Italia
democratico, civile e ospitale".

L'Italia è un paese fondato sul lavoro
in quanto mezzo per assicurarsi la sopravvivenza
e se non arrivi a fine mese
bisogna cambiare carriera?
a me sembra fondato sulla furbizia
mentre gli statali vengono giustamente tassati,
le imposte vengono detratte dal reddito,
banchieri e commercianti sono liberi di non pagare
costruiscono aspettando i condoni fiscali.

L'Italia è un paese laico
aperto a tutte le confessioni religiose
ma mi chiedo perché in molte istituzioni
nelle prigioni, negli ospedali,
perfino nelle scuole statali
manca il materiale ma mai il crocifisso
volgare per i non cattolici
direte: "Vengono qua,
si devono integrare"
ma anche per gli atei
che in questo piccolo oggetto
vi riconoscono il simbolo del male.

La legge è uguale per tutti
è scritto anche nei tribunali
ma ne siamo ancora certi?
forse come nella fattoria degli animali
dove tutti i personaggi sono uguali
eccetto alcuni che lo sono più di altri
come i nostri cari parlamentari.

I concorsi pubblici
premiano in base ai voti,
secondo la meritocrazia,
come mai allora i pluribocciati
occupano posizioni ottimali
mentre i plurilaureati
elogiati dai professori
accettano lavori precari
per non restare disoccupati?

Le gare di appalti
sono un metodo democratico
proprio come il nostro stato
vince il miglior offerente
tranne nei casi, nei quali
queste sono truccate.

L'Italia è un bel paese
tra camorra e mafia
corruzione e ipocrisia
l'Italia è il belpaese
dei furbi e dei criminali.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • GUIDO EDOARDO ORBELLI il 29/09/2010 11:52
    caro vasily è vero che le cose stanno come dici tu, ma la classe politica che ci rappresenta e che fa le leggi in parlamento la eleggono gli italiani a maggioranza di voti. secondo me, quindi, le cose così come staanno fanno sempre comodo a troppi...
    ciao vasily
  • vasily biserov il 29/08/2010 14:18
    per fortuna, perchè sennò arriveremmo allo sfascio!
  • Laura cuoricino il 29/08/2010 10:38
    Condivido con Loretta... per fortuna Vasily NON siamo tutti così!!!
    Il buono ed il cattivo ci sono sempre stati, ci vuole solo rispetto ed amore e... tanta pazienza!
    Ciao, Cuoricino!
  • loretta margherita citarei il 29/08/2010 06:11
    dissento sulla seconda strofa, attaccarsi sempre al crocefisso che irrita chi non è cristiano,è luogo comune e banale, ma poi scusa, la lamentazione è d'uso comune negli italiani, ma poi è sempre il popolo che vota codeste persone. ripetutamente, allora?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0