PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il favoloso gusto del tradimento

Ed il tutto
scoppiò dal nulla,
con il fragor
di mille tuoni uniti.

Le tue unghie
nella carne,
solo sangue
sul corpo pulsante.

Ho tradito lei,
tutto me stesso,
la mia anima,
ho provato sapore.

Il gusto
del reale presente,
inventato prima
da mille sogni sparsi.

Vergogna,
paura, rabbia, fuoco.
Il peccato!!!
Che notte lasciva..

Ero, ora sono,
come non sarò più,
Vita... Sai.. Tantooo
non ti avevo amata mai!

 

l'autore Auro Lezzi ha riportato queste note sull'opera

Amòòòòòòòòòò... È solo fantasia... Ahhhhhhhhhhh...


0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • irene. il 15/03/2011 00:00
    descrizione invidiabile, complimenti!
  • Daniela Treccani il 11/09/2010 01:23
    BELLAAAAAAAAAA ma concordo con Maria Teresa scritta davvero bene
  • Anonimo il 06/09/2010 00:43
    Per me non è per nulla fantasia. Tutta storia vissuta. Come hai fatto a saperlo? Poesia scolvolgente che scava l'anima! Penso che qualcuno si ritroverà. Non si è mai soli in certe situazioni!
  • Maria Teresa il 29/08/2010 22:48
    Auro, d'accordo è fantasia, però accipicchia se l'hai descritto bene!!!
    Bravo, come sempre
  • laura marchetti il 29/08/2010 22:20
    IRONIA AL TOP BRAVISSIMO E IN FORMA SMAGLIANTE
  • Anonimo il 29/08/2010 22:01
    Guai a chi ci toglie la fantasia... bravo, ottima.
  • loretta margherita citarei il 29/08/2010 14:09
    sei incredibile inventore
  • Giacomo Scimonelli il 29/08/2010 13:59
    versi decisi... scritti quasi con rabbia che prende vita... bellissima
  • Anonimo il 29/08/2010 13:58
    amooooo.. tranquilla e' solo fabtasia
    piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0