accedi   |   crea nuovo account

Penombra

Viene dall'acqua,
nasce da solo,
l'amore criminale:
crisi in serie
armate di fucili
e piatti rotti,
anche la luce teme le tenebre...

Sognare nel tuo cielo
quando chiudi gli occhi;
attendere in esilio
le smorfie
che non trattieni
se ti trattieni
nella corte della gioia
aspettiamo senza fretta
le danze sulla terra.

A morte la noia!
A morte la frenesia!
Solo notte di velluto
ci avvolge nella grotta,
fuori l'inverno,
il più lungo.

Ci aspetta.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 01/12/2016 01:16
    apprezzata... plimenti.

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0