username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La legge degli uomini

Costretta a guardare il mondo
dietro una grata:
io posso guardare tutti e
nessuno può guardare me.
Cosa c'è in questo mondo?
Ragazze con le gambe scoperte,
donne con il viso truccato,
mogli che camminano a testa alta,
senza aver paura di guardare negli occhi
uomini che non siano i loro mariti.
Abbasso lo sguardo sul mio corpo:
non un lembo di pelle scorgo dietro la grata.
Anche io vorrei essere come loro,
come quelle donne,
moderne.
Ma non posso.
Io sono un'harami, una bastarda,
senza namus e senza pari,
senza onore e senza bellezza.
Dietro la grata
nascondo il disonore di mia madre e
conservo l'onore di mio marito.
Dietro la grata sono triste,
perchè nessuno può vedermi.
Dietro la grata sono serena,
perchè nessuno può riconoscermi.
E questa serenità mi spaventa.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 16/02/2011 17:44
    la triste verità per molte... complimenti
  • Anonimo il 03/09/2010 23:51
    confermo quanto ho detto nel commento precedente sull empatia. bravo
  • Daniela Di Mattia il 30/08/2010 14:47
    Troppe discrimizazioni, troppe violenze sul pianeta donna... che ancora è governato dagli "uomini". Grazie per questa tua sensibilità
  • pasquale radatti il 30/08/2010 11:33
    Intensa rappresentazione del mondo delle donne di oggi, forse spudorate
    da fuori ma in cerca di vero amore dentro.
  • loretta margherita citarei il 30/08/2010 05:06
    intensi versi piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0