accedi   |   crea nuovo account

In veritas

Come bellissima
mannequin,
è la Verità,
pronta a sfilare
ed esser, da tutti,
ammirata.
Ma è d'uso
per una modella,
prima di salire
sulla passerella,
d'esser truccata,
pettinata,
d'indossar vestiti,
da vari stilisti,
creati, cuciti.
E quando
ella sul palco si muove,
aggraziata,
ben vestita,
attira l'ammirazione,
è da molti
corteggiata.
Finita l'esibizione,
spente le luci,
rientra in camerino,
dei bei abiti
si sveste
ed il viso strucca.
Riflette allor
lo specchio,
la sua naturale,
splendida bellezza,
che però nessuno,
vede ed ammira.
Ad ella, solitaria donna,
altro non resta
che indossar il vestito
dell'umana ipocrisia,
chiuder la porta,
uscire di scena
ed andar via.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Grazia Denaro il 20/01/2012 17:06
    Bella questo paradigma dell'ipocrisia, piaciuta!
  • Sergio Fravolini il 21/11/2010 15:39
    Bella opera mi piace.

    Sergio
  • Donato Delfin8 il 30/08/2010 23:19
    Ah bè
    zi zi
  • Giacomo Scimonelli il 30/08/2010 22:16
    ... piaciutissima
  • Cinzia Gargiulo il 30/08/2010 16:36
    Concordo con Laura sulla verità.
    Bella poesia...
  • laura cuppone il 30/08/2010 15:42
    ... truccata e pomposa non é verità..
    verità é nuda e quasi sempre duole.

    Lau
  • Giuseppe Bellanca il 30/08/2010 12:16
    spettacolare degna d'una regina. ciao Lor un abbraccio carissimo.
  • Anonimo il 30/08/2010 11:27
    meravigliosa... mi conquista nella sua costruzione atipica... nel suo esprimere concetti elevati prendendo spunto dalla realtà del quotidiano...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0