accedi   |   crea nuovo account

Voglia di volare

Ti prego, immenso Iddio, fammi volare,
ma più in alto che puoi fammi innalzare

per non scorgere più da quelle altezze
le terrene ed umane nefandezze.

Non vedrei di lassù il gesto abietto
d'una madre che, aperto il cassonetto,

il suo bimbo vi getta, e quella vita,
che l'amor non scaldò, è già sfiorita,

o l'azione omicida e assai crudele
di Caino che uccide il mite Abele,

e poi di chi, seguendo quel cammino,
la morte invoca pure per Caino,

creando vorticosa una spirale
che vuol dell'uomo solamente il male.

Quel che finora ho visto mi addolora;
a ciò non voglio assistere ed allora,

ti prego, immenso Iddio, fammi volare,
ma più in alto che puoi fammi innalzare.

Più non vedrei che l'uomo sulla terra
è sempre pronto a dichiarare guerra;

talor con grave azion da terrorista
vende la vita e il "Paradiso" acquista:

hanno inculcato ciò nella sua mente,
per cui dà morte a sé e a tanta gente.

Più non vedrei bambini, ahimè, affamati
e dalla sofferenza ognor segnati,

tristi dal primo dì che sono nati,
senza cibo e vestiti e in più ammalati:

han conosciuto il dolore soltanto,
non han sorriso mai, ma sempre pianto.

Non voglio più veder quel che finora
la vita mi ha mostrato, e invoco ancora,

immenso Iddio, deh, fammi su volare,
ma più in alto che puoi fammi innalzare.

Mi raggiunga il profumo solamente
di tante buone azioni della gente:

vertiginose altezze esso non teme
e con l'amor s'innalza e vola insieme.

Quello ch'è bello fa ch'io sempre veda
e lascia quindi ancora che ti chieda,

immenso Iddio del ciel, fammi volare,
ma più in alto che puoi fammi innalzare!

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • salvo ragonesi il 06/09/2010 21:41
    piaciuta ; mi riferivo naturalmente alla tua bella poesia. ciao Mario
  • salvo ragonesi il 06/09/2010 17:35
    C'è gente che se gliregali un sorriso ti guarda male ma bisogna sempre sorridere per entrare nel cuore delle persone anche se si rimediano molte delusioni avolte Piaciuta
  • Mario Olimpieri il 31/08/2010 12:06
    Un ringraziamento a Laura ed a Giacomo per la condivisione degli stessi ideali.
  • laura marchetti il 31/08/2010 08:25
    bella e profonda... se tutti avessimo le ali non commetteremmo tali crimini
  • Giacomo Scimonelli il 31/08/2010 01:51
    hai ragione amico mio... quello che il mondo ci offre ogni giorno è pura cattiveria gratuita... uomo che uccide uomo... bambini che piangono x egoismi causati dal benessere... e tutto quel di peggio che può provocare dolore... se ognuno di noi nel nostro piccolo si impegnasse anche con piccoli gesti potremmo fare qualcosa... poesia che mi è piaciuta tantissimo... e grazie a nome di tutti... riflessioni obbligate... complimenti... si ha paura ricorda a pensare a tutto ciò... si prova anche vergogna nel non poter far nulla... impotenti e senza forza
  • Mario Olimpieri il 30/08/2010 20:42
    Lo vedi, Caro Antonino, che sei molto sensibile a quanto di bello si possa desiderare per non vedere le bruttezze di questo mondo! Noi dobbiamo soltanto evitare di piangerci addosso ed, al contrario, operare per contribuire con il nostro prezioso apporto a migliorare la società, cominciando dal nostro nucleo familiare.
  • Anonimo il 30/08/2010 18:14
    Bei distici intrisi di fede!
    Bravissimo!



    A. R. G
  • Mario Olimpieri il 30/08/2010 17:03
    Oppure c'è una terza via: quella di rinunciare a questo volo di fuga, cercando almeno di aiutare a risolvere le difficoltà delle persone vicino a noi, senza illuderci di salvare il mondo; però, così facendo, potremmo salvare alcuni, e sicuramente noi stessi.
  • Anonimo il 30/08/2010 16:51
    Condivido la tua profonda sofferenza... vorrei anch'io ali così potenti per sfuggire agli orrori perpretati da noi "umana gente"
    Bellissima e profondamente sentita Mario! ma credo che per volare e non essere più obbligati ad assistere impotenti a tanto orrore... ci tocca morire o diventare insensibili al dolore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0