PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Qui

Lasciatemi qui in questo remoto angolo di paradiso
per incendiarmi di sole e spegnermi nell'oceano
dove bramo di perdermi e non ritrovare più la strada
di vedere la mia barba che cresce a dismisura
e il mio odore di civiltà che scompare.
Poco a poco io stesso voglio essere natura
per addormentarmi cullato dal rumore dei flutti
e al risveglio specchiarmi nella rugiada
mentre la brezza marina mi accarezza il viso
e mi dipinge sulle labbra l'ombra di un sorriso.
Lasciatemi qui su quest'isola di vetro
che io possa scrivere mille e altre strofe
che parlino di te e che parlino delle rose
e poi chiuse dentro una bottiglia, ingenuo, affidarle al mare
sperando in silenzio che un giorno tu le possa ascoltare
e tra le stelle di una notte d'estate per un attimo mi possa ritrovare.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • ELISA DURANTE il 10/10/2010 17:43
  • Anonimo il 28/09/2010 21:34
    ribadisco il concetto esposto già, credo, due volte...
    mi piace come scrivi. E me ne rallegro...
  • rudens roze il 15/09/2010 23:33
    Vuoi essere natura, e con altrattenta naturalezza ti sei espresso in versi che incendiano il cuore
  • giovanna raisso il 03/09/2010 17:28
    "un'isola di vetro.." fragile come l'amore..
    che bella
  • Cinzia Gargiulo il 30/08/2010 22:51
    Immagini molto suggestive!
    Bravissimo!...
  • anna marinelli il 30/08/2010 20:03
    lasciatemi qui... per incendiarmi di sole e spegnermi nell'oceano

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0