accedi   |   crea nuovo account

Ode ad una sorella

Lacrime e sofferenza;
pensieri ricorrenti
su qualcuno che si è perso;
dolore e lacrime, ancora.
Quando i sorrisi
disegnavano sul mio volto
tenui rughe, riuscivo a capirti,
riuscivo a vivere
una tenera amicizia.
Poi, un giorno, un attimo
e tutto è crollato,
lei è sparita portandosi via
quello che c'era.
Giace tenero il bocciolo,
in attesa di una primavera
che forse non tornerà.
I tuoi occhi offuscati,
non vedono la buona stagione
che un tempo fioriva perenne
e la mente libera da affanni
si inchina di fronte al cuore
inondando il suolo
di lacrime che implorano il perdono.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 15/03/2011 21:04
    bellissima piena di nostalgia e di dolore
  • erica frau il 13/03/2011 15:52
    potrei piangere, mi ha commosso.. bella