username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La schiava

Indomabile schiava del suo immenso piacere
si scopre; venduta a quel vizio
che pochi osano chiamare amore:
e vittime del loro scarno amplesso
si riducono squallidi, ad un amaro sesso.

 

0
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • pietro luigi crasti visintini il 13/05/2012 19:47
    intensa come la tua altra ("Lingua" meno carnale e reale. Anche questa mi risulta esaustiva perché in modo completo dice tutto quello che tu autore intendevi dire. Versi diretti e forti, molto incisivi. Complimenti

4 commenti:

  • Antonio Tanelli il 03/01/2015 22:15
    "Quando c'è sentimento non c'è mai pentimento"Neri x caso docet
  • augusta il 10/01/2012 13:46
    in linea con lilly
  • Enrico Ferrini il 02/09/2010 11:45
    Probabilmente non dipende da come lo si chiama, ma dalla persona con cui lo si fa. Eppure credo che il far l'amore, se concepito come tale, può andare ben oltre il sesso, liberando all'estremo ogni piacere del corpo
  • Anonimo il 02/09/2010 10:32
    Tra sesso amore qual'è la differenza! Chi può determinare se c'è un abisso tra il sesso e l'amore... Nessuno! Ognuno ama a suo modo, l'importante e non mentire, MAI! neache a stessi, accettarsi per come si è. Baci Lylly