username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ombre

Siete tornate ombre, stanotte
a farmi visita nel mio sonno
disturbandolo...
comincio a dimenticare cosa significa sognare,
ho dimenticato ormai da tempo ad amare.
Troppa gente ha giocato con il mio cuore
rendendolo partecipe di fin troppo dolore.
Basta sorrisi,
basta bugie,
diciamo la verità,
non ho più voglia di nascondermi
indosso la mia maschera
come prima, più di prima...
cercando una stabilità che probabilmente non troverò mai.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Giovanni Cuppari il 02/09/2010 12:06
    Continua pure a cercare che prima o poi la stabilità interiore arriverà. Intensa ed apprezzata. Gio'
  • Cinzia Gargiulo il 01/09/2010 20:31
    Verrà il tempo dell'amore che cancellerà ogni sofferenza. Sei giovane non perdere la fiducia nella vita e nelle persone.
    Brava!!...
  • Francesca La Torre il 01/09/2010 19:49
    Le circostanze della vita fanno giungere a queste conclusioni, ma solo chi ha un cuore nobile riesce a scrivere cosi', bella.
  • loretta margherita citarei il 01/09/2010 18:54
    piaciuta
  • Alexander Mc'Ale il 01/09/2010 16:40
    Non smettere mai di sognare e soprattutto di amare.. Sono la linfa che fa pulsare il nostro cuore e nutrire la nostra anima. Molto bella... un abbraccio.
  • Don Pompeo Mongiello il 01/09/2010 15:19
    Hai tutto il tempo per sognare ed amare, acquisire esperienze e certezze, senza mai chiudersi in se stessi. La poesia e veramente bella. Complimenti!
  • Francesco Garofalo il 01/09/2010 14:46
    dietro ogni persona che ha trafitto il nostro cuore ci sta una persona pronta a sanarlo.. questa è la vita.. io ne ho avuto prova di questo.. molto profonda la tua poesia.. mi ha riportato a quando soffrivo per amore..
  • vasily biserov il 01/09/2010 14:09
    molto bella questa poesia, e soprattutto sentita. Vabbé bisogna continuare a soffrire, a simulare e spero che un bel giorno potrò andare a vivere in campagna, lontano dall'ipocrisia delle città!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0