accedi   |   crea nuovo account

Il Naufrago

mare bianco senza controllo, niente allarmi, solo onde aderenti
occhi fissi sulla carta, ma la rosa è nascosta e non è quella dei venti

sopra te un cielo adesso più luminoso, attorno a te il silenzio,
la tua stella scomparsa, nessuna rotta ma un preciso dazio

e quel porto per troppo tempo lasciato vuoto, ormai qualcosa ti suggeriva
beh, adesso che farai, solo come un naufrago alla deriva?

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 04/06/2011 18:10
    Ottima
  • ELISA DURANTE il 24/10/2010 19:20
    Bella e amara presa di coscienza.
  • loretta margherita citarei il 01/09/2010 16:45
    bella
  • Giacomo Scimonelli il 01/09/2010 16:02
    solo... come un naufrago alla deriva... auto critica riuscita... bellissima poesia
  • mario toni il 01/09/2010 14:36
    Ciao Laura,
    no, non sono parente di Stefano ma grazie del bel commento beh, il porto come una casa, c'è sempre.. ma non è detto che sempre ti aspetti, soprattutto quando lo hai trascurato o tradito..
  • laura marchetti il 01/09/2010 14:27
    UN PORTO C'È SEMPRE CHE TI ASPETTA... E TU NON NAUFRAGARE... CONTINUA A REMARE... BELLA E SUGGESTIVA POESIA, PARENTE DI STEFANO???