accedi   |   crea nuovo account

Inevitabile arrivo

Una volta l'Estate
vivendo intensamente
le orgogliose ore date,
sentì arrivare una gelida brezza
che la condusse inaspettatamente
ad un' inevitabile consapolezza.

Alle porte del tempo maturo
c'era un impettito Autunno futuro,
l'orrore la fece impallidire
il suo tempo stava per finire.
"Un tuffo ancora" pregò disperata
"prima che questo azzurro vivace
diventi una vasta, landa gelata".

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 15/09/2010 18:16
    Tutto muta col passar del tempo e le alternanze, meteorologiche o spirituali, sono sempre ben gradite.
  • Giacomo Scimonelli il 13/09/2010 14:58
    piaciuta... originale e ben scritta...
  • tania rybak il 11/09/2010 00:28
    bellissima
  • laura marchetti il 03/09/2010 22:02
    originale e simpatica
  • denny red. il 03/09/2010 20:33
    MI SEMBRA DI CONOSCERLA...
    L'ORRORE LA FECE IMPALLIDIRE
    IL SUO TEMPO STAVA PER FINIRE.
    DA BRIVIDI!!! CHE POESIA...
    SPLENDIDA!!!! PAOLA.
    CIAOOO!!!
  • Anonimo il 03/09/2010 18:07
    Puoi sempre riscaldarti sotto le coperte!
    Bravissima!


    A. R. G
  • Cinzia Gargiulo il 03/09/2010 16:43
    Molto carina e musicale.
    Bravissima Paola!...
  • karen tognini il 03/09/2010 13:28
    Bravissima... letta d'un fiato...

    ha il sapore del tempo che vola... via...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0