username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

È colpa tua!

Guardami in faccia
e non stupirti;
tu mi hai creato così brutto,
lungo e sottile.

Ho trampolini al posto della gambe,
non riesco a camminare.

Vedi, mi hai donato
pure la tristezza,
come se non mi bastasse
averti sempre accanto.

Sei proprio crudele, mio artefice,
poeta, essere un verso
e non potermi vendicare!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 14/04/2012 07:07
    molto simpatica complimenti

25 commenti:

  • Donato Delfin8 il 11/09/2010 16:55
    Già.. invece a me i versi dicono che son deficiente zi zi e hanno ragione

    Piaciuta
  • tania rybak il 08/09/2010 01:35
    ci stupisci sempre con la tua freschezza e originalità, bravo
  • Maurizio Cortese il 08/09/2010 01:18
    Simpatica e inaspettata poesia.
  • Fabio Mancini il 07/09/2010 22:05
    Molto originale ed ironico: Essenziale è essere così. Ciao, Fabio.
  • Inchiappa Vito I Song il 06/09/2010 11:36
    Un verso può vendicarsi crudelmente, ha più forza di quanto il suo artefice possa immaginare, non avendoci ben riflettuto.
  • Manuela Magi il 04/09/2010 22:00
    Ma è fantastico il tuo modo di fare poesia... diverso dal solito.
  • denny red. il 04/09/2010 02:16
    simpatica ironica poesia.
    sempre bravo!!
  • laura marchetti il 03/09/2010 21:56
    se i versi potessero rifarci il verso... ahahaha
  • loretta margherita citarei il 03/09/2010 20:24
    originale sei sempre più super
  • Anonimo il 03/09/2010 19:04
    sei grande Salvatore.. guardalo in faccia e non stupirti..
    bravo... e si.. bravo
  • Elisabetta Fabrini il 03/09/2010 18:03
    Perchè un verso dovrebbe avercela con chi lo scrive...?? Se non esistesse il poeta, non esisterebbe neppure lui!!
    Forse non l'ho capita... Mi perdoni??
    un abbraccio Ely
  • Antonietta Mennitti il 03/09/2010 17:55
    Quel verso che ti parla è racchiuso nella tua anima, non resta altro che ringraziarlo di averti dato il lume per scrivere questa ironica poesia. Piaciuta!
  • francesca cuccia il 03/09/2010 17:40
    Tutto viene ricompenzato
    basta non arrendersi, un abbraccio.
    Bravo.
  • Anonimo il 03/09/2010 17:18
    Molto bella e profonda. Bravo
  • Anonimo il 03/09/2010 16:20
    un colpo di genio - bravissimo P
  • Paola B. R. il 03/09/2010 15:51
    È un'idea geniale:
    il verso che parla al poeta!!!!
    Ma di che si lamenta????
    BRAVISSIMO!!!
  • Anonimo il 03/09/2010 14:54
    Essere un verso e non potermi vendicare...
    Le parole vorrebbero ribellarsi, ma la mente, l'anima del poeta non lo permettono..
  • Anonimo il 03/09/2010 14:54
    Salvatore tu sei veramente un genio della poesia! Bravissimo stupenda opera!
  • Anonimo il 03/09/2010 14:42
    Estremamente particolare. Sei dal grande genio :il verso che parla al poeta.
    Che scambio di ruoli affascinante! Bellissima!
  • mariella mulas il 03/09/2010 14:23
    Perplessa... sì. perplessa... forse gioco di parole, ricerca di sfogo, verso sbilenco, martoriato, triste, abbandonato... o semplicemente verso senza una meta. Salvatore ermetica per il mio sentire, senz'altro chiara per il tuo dire. Ciao.
  • anna rita pincopallo il 03/09/2010 14:07
    bella Salva piaciutissima
  • Anonimo il 03/09/2010 14:00
    Bellissima Sal... ah se potessero scriversi da soli
    chissà cosa si leggerebbe!!

    Ironico amico, bella e bravo!!
  • karen tognini il 03/09/2010 13:50
    Bravo Salva...
    un caro saluto

    k
  • Giacomo Scimonelli il 03/09/2010 13:41
    bella Salvo... ma sorridi va bene come sei... ottime strofe..
  • Anonimo il 03/09/2010 13:31
    Sempre elevate, le tue odi. Bravissimo, Salvatore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0