username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Pace, un'utopia

La storia ci ha insegnato
che la violenza è sempre un danno
soprattutto se invocata dallo stato
esempio né è il brigantaggio
a causa del quale è nata tanta rabbia
sfociata in organizzazioni chiamate mafia.

Ma non serve andare tanto in là
per capire la sua gravità
basta pensare al G8 di Genova
uno studente, Carlo Giuliani
che protestava contro la società
venne ucciso dalla polizia.

Ne sono sempre più convinto
non sono l'unico a dirlo
tutto questo nasce dall'ignoranza
dall'intolleranza.

Il nostro passato ci ha insegnato
che la violenza può essere pericolosa
può creare anche un regime dittatoriale
reprimendo un diritto fondamentale
il pensiero, la parola
che rende libera ogni persona.

Un filosofo moderno
di cui non faccio il nome
perché mi sembra ovvia la questione
ha spiegato che la guerra
va a vantaggio dei padroni
che vendono armi e munizioni
guadagnando, ricavando profitto
dalle vittime di ogni conflitto.

Sì, ne sono sempre più convinto
lo ripeto di nuovo
tutto questo nasce dall'ignoranza,
dall'intolleranza.
io voglio la pace
anche se so che è un'utopia
perché la pace non c'è mai stata
non l'ho mai vista in vita mia.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 07/09/2010 10:47
    Condivido molte delle cose che dici... anche se questa che ho letto non è poesia, almeno per come io la intendo... non vi ho trovato quella magia che solo la Poesia (scritta con la P maiuscola) ha.
    Mi chiederai in cosa consiste questa magia, o forse, meglio ancora cos'è la Poesia. Non so rispondere. La Poesia è come l'Amore. Si capisce quando c'è, ma capire cos'è è tutt'altra cosa.

    un caro saluto

    Alessandro
  • Anonimo il 05/09/2010 14:14
    Il tema trattato è interessnate ma la poesia è molto prosastica. Devi dare un taglio più poetico. Non condivido la tua analisi: mafia e brigantaggio sono due cose separate. Il brigantaggio si sviluppò soprattutto nel centro sud contro lo stato unitario dei Savoia e contro la Chiesa. La mafia fu uno strumento di potere utilizzato soprattutto dai latifondisti al sud. Al centro utilizzarono gli squadristi fascisti nel ventennio per bloccare le rivendicazioni dei contadini.
  • Don Pompeo Mongiello il 04/09/2010 19:54
    Ma se ci sono uomini come te, e se permetti come me, che con la penn qualcosa sappiam pur fare, fermiamo pur ste scemenze, e che son tante. Poesia comunque bella ed apprezzata.
  • laura marchetti il 03/09/2010 21:55
    hai detto bene IGNORANZA.. e aggiungerei tanta indifferenza
  • Anonimo il 03/09/2010 18:00
    Purtroppo hai proprio ragione!
    L'uomo è l'animale più stupido che ci sia!


    A. R. G
  • Anonimo il 03/09/2010 17:13
    Sono d'accordo con tutto quello che hai scritto. Penso che la violenza parta dal vertice e si propaghi alla base. Un governo che vede i suoi gestori come iene che si divorano l'un laltro solo per il personale beneficio non può assolutamente dare un buon esempio anzi accresce rabbia e odio verso tutto compreso la vita stessa. Addio PACE!
    Bravo
  • anna rita pincopallo il 03/09/2010 15:39
    bravo condivido quanto hai scritto purtroppo è tutto vero la pace è un'utopia
  • vasily biserov il 03/09/2010 14:39
    dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale ce ne sono state più di 200...
  • Gianmarco Dosselli il 03/09/2010 14:33
    A proposito della ricercata pace nel mondo, secondo uno studio, su 3440 anni ce ne sono stati soltanto 300 di pace, per assicurare i quali si sono firmati circa 8000 trattati.
  • Anonimo il 03/09/2010 14:33
    Un manifesto di verità...
    Complimenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0