username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

My dear Greensleeves

Vorrei poterti incontrare lungo pareti bianche
dietro le quali celare
vite interrotte
marginali
lo sai, ho bisogno di parole
che non siano assenze
che siano nere
per affogare nel piacere.
La nostra estensione
è un tappeto orientale
inchiostro versato
su chiodi di artemisia
estasi nello scontro
di opposti impossibili
mèta sotto cieli in rivolta
passaggi involontari
attraverso oblii di ruggine
simili atolli di luna
in sigilli
riflessa paura
si accorda lenta
in noie separa.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 17/11/2010 22:44
    grande stile... ben scritta... ottima
  • Giuseppe Amato il 04/09/2010 21:32
    Ho letto le poesie odierne fino alla tua... ho riletto e ho sentito stile e qualità
  • denny red. il 04/09/2010 20:28
    Lo sai ho bisogno di parole
    che non sia assenze
    che siano nere
    per affogare nel piacere.
    Alessia, mi domandavo.. ma non pensavo..
    ma.. improvvisa ecco la tua poesia!!
    Ma.. sei tu??? pensavo di averti perso...
    BELLISSIMA!!!! Ciaoooo!!!!
  • Anonimo il 04/09/2010 12:26
    Ben tornata!
    È sempre bello leggerti!


    A. R. G
  • Salvatore Ferranti il 04/09/2010 12:17
    poesia letta con grande piacere...
    bravissima...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0