PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il moscato

Le corse tra le zolle arse,
la terra dentro le scarpe,
l'aria fresca, preludio
di una fine estate,
di un autunno
pieno di colori e di profumi.
Il mio paese aspettava la vendemmia
e noi aspettavamo
di gustare il dolce nettare,
di quei chicchi piccoli e succosi
che si scioglievano in bocca
come caramelle,
il moscato che richiamava
i bambini e le vespe,
occhieggiava dai filari
pronto ad essere staccato,
quando con l'acquolina in bocca
la maestra lo appoggiava sulla cattedra
-a voi descrivere l'aspetto ed il sapore-
restavo ad osservare il grappolo
e con gli occhi lo gustavo.
Tutto oggi è più gonfio
e più invitante d'aspetto,
ma quel sapore insipido di apparenza,
mi lascia l'amaro di un rimpianto
la dolcezza di un
sentimento vero e genuino
che occhieggia ancora
tra i filari di un ricordo
in attesa
di esser colto.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • anna marinelli il 14/11/2011 20:51
    adoro la vendemmia e le autrici come te che la cantano con così mirabili immagini
  • Giacomo Scimonelli il 06/09/2010 22:24
    grande descrizione... bellissima
  • Fabio Mancini il 06/09/2010 22:21
    Ricordi ancorati alla memoria e descritti amabilmente. Un bacio, Fabio.
  • Anonimo il 06/09/2010 20:03
    Una gran bella descrizione.
  • Elisabetta Fabrini il 06/09/2010 19:45
    Sai evocare sempre bellissimi ricordi... le tue parole sembrano pennellate di un pittore su una tela.. Bravissima!
  • Don Pompeo Mongiello il 06/09/2010 19:19
    Parliamo la stessa lingua, sappiamo quindi anche amare, le cose, come le persone. Complimenti vivissimi!
  • Simone Scienza il 06/09/2010 17:13
    Spre... muta parlante di chicco in chicco nella vendemmia dei ricordi
  • loretta margherita citarei il 06/09/2010 16:04
    sempre belle, sempre piene di ricordi
  • Salvatore Ferranti il 06/09/2010 13:30
    sempre belle le tue poesie...
    bravissima...
  • anna rita pincopallo il 06/09/2010 13:00
    buono buono buonissimo quanto mi piace il moscato, mi ricordo quando il contadino vendemmiava e io mi intrufolavo curiosa... grazie per avermi fatto rivivere questi ricordi
  • tania rybak il 06/09/2010 12:46
  • Anonimo il 06/09/2010 12:12
    Splendida chiusa!


    A. R. G
  • Anonimo il 06/09/2010 12:10
    Brava Laura, ci hai fatto gustare il meraviglioso moscato attraverso i tuoi splendidi e nostalgici versi. Molto apprezzata
  • Anonimo il 06/09/2010 12:10
    Brava Laura, ci hai fatto gustare il meraviglioso moscato attraverso i tuoi splendidi e nostalgici versi. Molto apprezzata
  • Anonimo il 06/09/2010 12:10
    Brava Laura, ci hai fatto gustare il meraviglioso moscato attraverso i tuoi splendidi e nostalgici versi. Molto apprezzata
  • Anonimo il 06/09/2010 12:09
    Brava Laura, ci hai fatto gustare il meraviglioso moschato attraverso i vuoi splendidi versi. Molto apprezzata
  • anna marinelli il 06/09/2010 11:59
    che profumato, questo moscato.. lo sento nelle narici.. sei stata brava a descriverlo così bene..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0