accedi   |   crea nuovo account

Polline rosso

Lei, sparita dal giorno dell'ultimo amore
aveva smesso di farsi trovare
e sperava che senza domande
lui la lasciasse andare.

Ma come ogni buon amante ferito
lui scelse la via dell'agonia e la andò a cercare,
sapendo bene che finirà pentito
solo per sentire quanto aveva amato la persona ed il bacio sbagliato.

E quando lui la trovò, lei non trovò altro da dire
se non ti ho tradito perché
non riuscivo a stare solo con te.

Lui la lasciò parlare,
poi si chinò e raccolse un fiore
raro come il tradire,
ma prezioso come l'avvenire.

Colto dallo sterminato campo violetto
uno per ogni amante che aveva sbagliato letto;
"questo" le disse "è cresciuto per te
si chiama non ti scordar di me"
pensa adesso tu non mi avrai
ma non potrai scordarmi mai.

Lei lo buttò subito via,
ma lui rise della sua follia
e disse "ormai ti ha punto amore
guarda il tuo dito, a cui non mente il rossore,
non smetterà di crescerti sul cuore;

Ed ogni giorno ti ricorderà che io sono passato di qua
solo quando smetterà il cuore di pulsare
il fiore solo allora smetterà di respirare;
alla fine capirai che dovrai portarlo nella tomba
lui e i suoi cento
echeggianti rintocchi del tradimento.

Lei disperata per la sua pena
prese un pugnale e come nella roccia lo conficcò nel cuore
per impedirgli di sentire dolore.

Quando moriva e il suo sangue scendeva bravo,
lui sorrise e le disse "scherzavo"
mentre lei inalando l'ultimo respiro
soffiava via la prova di un errore grosso
e si perse nell'aria una pioggia di polline rosso.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • augusto pompeo il 08/02/2012 17:40
    qualunque cosa sia mi ha fatto venire i brividi... complimenti all'autore.
  • Enrico Ferrini il 06/09/2010 16:01
    Dico che è una canzone perché è il testo di una canzone, nonostante a voi arrivi solo come scritto o ho capito male quello che volevi dire loretta?
  • loretta margherita citarei il 06/09/2010 15:53
    è una ballata più che canzone. bella molto piaciuta
  • Enrico Ferrini il 06/09/2010 15:04
    beh, sei tu che hai detto che la mia poesia (in realtà è una canzone) è bellissima quindi... grazie a te
  • Anonimo il 06/09/2010 15:03
    Si Decisamente... Riconfermo, bellissima! Grazie mille
  • Enrico Ferrini il 06/09/2010 15:01
    Fondamentalmente è il delirio di un uomo che crede di essere tradito dalla propria donna... e in questa sua follia, si vendica di lei regalandole un fiore e facendole credere che il polline di cui si è sporcata è (non so una specie di veleno o chissà cosa, il cui unico antidoto è la morte. Diciamo che risponde alla follia con la follia, poi lei si fa suggestionare da questa storia al punto di uccidersi, e compiere così la vendetta dell'uomo. Più chiara Margherita?
  • Anonimo il 06/09/2010 14:57
    Bella... intesa, particolare. Vorrei capirla meglio
  • anna rita pincopallo il 06/09/2010 14:07
    bravo molto bella 5 stelle