accedi   |   crea nuovo account

Mahler

Sussurato.
Rosa rossa
che sbocci in ventre d'ottone
adagi sibilando
petali di umana pietà,
dal segreto ti levi nella polvere
in sussurate mura, compagnia degli affranti
nelle sacre mura di lacrime d'argento.
Di muta miseria
lenta
germoglia rampicante,
odorosi violini suonati in ginocchio
nel grembo calcareo del tempio silente.
Come la messe accarezzata dal vento
io vivrò
come spiga sarò colto
adagiato coi miei simili in covoni,
i miei fiori liberi dal rachide
ali d'amore strappate per il volo.
Nell'aere fresco
Lento risuona mistico crescendo;
i miei occhi riempiono di significato
lo spazio vuoto della speranza.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 08/09/2010 16:26
    Molto bella. Solo chi ama la musica può comprendere il significato di questa tua bella poesia. ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0