username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La farfalla

E così la sera giunge
inaspettata e leggera
mentre svanisce la boscaglia
in fuochi fatui.

E noi qui
con le labbra di pioggia,
il sole
la musica
e oltre...

E questo amore che è rimasto
come il mare che riposa
dopo la marea,
immenso e consapevole
di essere perenne.

Stringiti
all'albero della vita mia
e come foglia svegliata dal mattino
copriti di rugiada.

Librati nell'alba
tu che sei farfalla,
tu che sei parodia
di una rosa solo mia.

E siediti
sul terreno che parla
di corse di cavalli
di passi accennati
come sogni gettati
alla rinfusa sulla via.

E stemperati
in poche note gettate al vento
tu che sei l'illusione,
tu che sei tempesta e onda
in quest'anima oggi senza poesia.

Così noi
con le labbra di pioggia,
il sole
e forse oltre,
passeremo indenni
fra le tempeste della Storia
seguendo la tua scia.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 09/09/2010 17:45
    amore eterno in versi che entrano nel cuore di chi legge... piaciuta
  • loretta margherita citarei il 09/09/2010 16:23
    piaciuta
  • Salvatore Ferranti il 09/09/2010 13:06
    molto bella questa poesia.
    bravissima
  • Vincenzo Capitanucci il 09/09/2010 11:03
    Meravigliosa Elisabetta... passeremmo indenni... fra due gocce di pioggia...
  • Anonimo il 09/09/2010 09:35
    Molto bella, versi intensi e ispirati, piaciutissima
  • Anonimo il 09/09/2010 09:10
    Versi "costruiti" con attenzione, ordinati e (personalmente) mi fa andare con il pensiero.
    Mi è molto piaciuta.
  • Kartika Blue il 09/09/2010 09:00
    con le labbra di pioggia... wow bellissima!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0