username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Cenere

Non c'è riva in questo mattino.

Confusa,
la notte senza luna
non concesse l'approdo,
e non avevo àncora
ai miei pensieri.

Alla deriva, Cenere,
copre le ali delle colombe
le confonde tra le nubi
e confonde la mia terra
e l'orizzonte.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 05/11/2011 13:12
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua tanto bella!
  • Anonimo il 11/09/2010 12:37
    Una tristezza senza confini un vagabondo. piaciuta
  • Salvatore Ferranti il 09/09/2010 13:55
    bella poesia.
    complimentissimi
  • Maurizio Cortese il 09/09/2010 10:30
    Stupendo incipit ad indicare il senso di smarrimento e nello stesso tempo di grigiore.
  • Anonimo il 09/09/2010 09:44
    Un vagare più che senza meta, senza conquista, senza terra, senza senso ritrovato. Mi rivedo tanto in questa poesia. Complimenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0