PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gli alberi

Albero solitario
che nel volgere di pochi mesi
dai vita e morte alle foglie
dopo il riposo invernale.
Quale fatica per porre rimedio
al male che l'uomo fa alla natura,
sei fonte di vita incompreso
non solo da chi per malattia
distrugge tanti tuoi fratelli
con incendi d'estate senza idea,
ma anche da coloro, e soprattutto,
che ignorando il tuo lavoro sodo,
invece d'aiutarti,
ingordi di vil denaro,
lo rendono del tutto vano.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0