PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Le tue mani

cibati delle mie piccole sorprese
fanne pane per i tuoi denti
fanne luce per la tua anima

e se cio' non ti bastasse
mi tramutero' in farfalla
e solo per un secondo
volero' in capo al mondo
per vedere i tuoi orizzonti
osservati da lontano
e il tuo sole che risplende
accarezzare le mie ali

una rondine sopraggiunge
in un cielo aggrovigliato
in ripresa del suo cibo
al suo becco scampato

e tu con un piccolo gesto
senza sciupar le mie ali
mi facesti da scudo con le tue mani
mani virtuose
mani laboriose
mani vittoriose di me desiderose.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0