PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Alla mia amata

Musa d'ignara bellezza
figlia di Meliso e Ristola,
dalle frastagliate vesti
e il grembo vestito d'azzurro e d'oro.

Per te tramonti e albe
sono occhi di felici ed infiniti giorni.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 08/12/2011 18:48
    Questa non l'avevo mai vista!
  • Don Pompeo Mongiello il 12/09/2010 18:07
    Veramente scritta con maestria poetica. Piaciutissima!
  • Angela Francesca Russo il 11/09/2010 09:19
    non s'è capita eh? parlo di santa maria di leuca..., forse ora è più chiara..., Meliso e Ristola sono le due punto di Leuca, all'interno di queste sorge la marina e al centro vi è una piccola spiaggetta di sabbia... ciao. e grazie agli intrepidi che mi hanno comemntato...
  • Giacomo Scimonelli il 10/09/2010 22:13
    molto dolce... piaciuta...
  • Anonimo il 10/09/2010 21:53
    Divina!
    8+


    A. R. G